live
  discography
 
 
 
   
   
   
Luca Cavina: basso, cori
Lorenzo Esposito Fornasari: voce, vocoder
Paolo Mongardi: batteria
Alessandro Petrillo: chitarra, guitarsynth, cori
Davide Santandrea: piano e tastiere
I Transgender nascono a Imola nel 1997. L’idea alla base del progetto è di esplorare e trovare un’ interazione tra culture e generi musicali diversi senza cadere nel cliché della world music. Nel 2000 esce il primo disco, omonimo, con la New LM Records di Ravenna.

Transgender sala del Thè Mongardi Imola Particolare Sala Transgender Imola
Nel 2002 l’organico dei Transgender subisce una riduzione da sette a cinque elementi. L’anno seguente incidono “Sen Soj TrumàS” dopo aver partecipato a numerosi progetti, festivals e concorsi: 2° posto al Premio Corriere, per il miglior gruppo della Romagna nel 2000; collaborazione con il sassofonista Gaspare De Vito in occasione del demo “A Dream Made of Water”; Sol Music Festival di Palermo nel 2001; partecipazione alle raccolte della Flash Point Records (California) e a “What must we do to get attention?” (compilation a cura di Giancarlo Passarella e dell’associazione Ululati dall’Underground); Etno Ambient Project nel 2001; concorso Obiettivo Bluesin e successiva partecipazione a Pistoia Blues 2003. Oltre ai festivals suddetti, il gruppo ha tenuto concerti anche al TPO e al Circolo della Grada di Bologna, alla Nuova Galleria del Museo a Godo (Ra) e all’Heineken Jammin’ Festival (palco minore); inoltre, l’uscita di Sen Soj TrumàS è stata accompagnata, nell’autunno del 2003, da un primo tour in tutta Italia e in Austria (Linz).

Molti echi, affinità, influenze, ma nessuna precisa collocazione. Loro stessi faticano a individuare un genere che sia in grado di accoglierli nella loro incoerente interezza: dal post-rock al rock alternativo, passando per la musica jazz ed elettronica, con grande attenzione e rispetto per il materiale sonoro prodotto dalle varie culture di tutto il mondo. Certe, per lo meno, sono le influenze: Deus, Area, B. Laswell, Mr. Bungle, Dead Can Dance, Radiohead, R. Size, R. Fripp, L. Anderson, , Tortoise, Labradford,… Rotti gli schemi sonori, con il loro ultimo disco i Transgender arrivano a infrangere anche quelli linguistici. La voce abbandona il suo carattere di immediata intelligibilità e diventa strumento anch’essa. Sen Soj Trumàs vede la partecipazione di molti ospiti tra i quali GIOVANNI LINDO FERRETTI e ERALDO BERNOCCHI, con i quali Lorenzo Esposito collabora nei progetti Attaranta e Litanie (Ferretti/Sparagna) ed Ashes (Bernocchi/Mattioli/Raiss).

Sala Transgender registrazione panoramica Atro Caffè Imola a due passi dalla sala Pistoia Blues 2003